Pensieri oziosi. 2

Ieri, durante la trasmissione di Report dedicata inevitabilmente alla pandemia, Sigfido Ranucci, sull’onda di quanti auspicano il sorgere di una nuova consapevolezza che ci porti verso un mondo migliore quando questo immobile ambaradan sarà passato, cita il famoso discorso di Robert Kennedy del 18 Marzo 1968 tenuto all’Università del Kansas in cui sostenne che il PIL «misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta».
Su questa affermazione mi pare ci sia abbondantissimo consenso. Quello su cui invece non mi pare il consenso ci sia è proprio ciò che renda la vita degna di essere vissuta. Così, applicandoci infaticabilmente a far aumentare il PIL, otteniamo il non trascurabile vantaggio di poter evitare di porci il problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *